Venticinquenne pugile croato ucciso a coltellate ad Anzio

Tempo di lettura 2 minuti

Fermato il padre della vittima, ha ferito due buttafuori del locale dove è scoppiata la rissa

Un ragazzo di 25 anni, Leonardo Muratovic, è stato ucciso la scorsa notte ad Anzio nel corso di una lite.

Il fatto è avvenuto nella zona dei locali, in via Mallozzi.

Pubblicità

Il giovane, un pugile croato, è stato raggiunto da alcune coltellate ed è morto in ospedale dove era arrivato in condizioni gravissime trasportato dal 118.

Gli agenti del commissariato locale hanno bloccato il padre dopo che ha accoltellato, proprio davanti al commissariato, due buttafuori, 30 e 57 anni, che lavorano nel locale dove è scoppiata la rissa. I due sono stati trasportati in ospedale ed erano stati convocati dalla polizia proprio nell’ambito dell’indagine sull’omicidio avviata dalla Procura di Velletri.

Controlli a tappeto nei locali del centro mentre sono in corso interrogatori di giovani che conoscevano la vittima e potrebbero essere stata con lei quando è stata aggredita. I due buttafuori feriti sono in ospedale. ma non sono in pericolo di vita.

Ancora sangue a Anzio: sono stati gli agenti del commissariato di Anzio a bloccare il padre del 26enne Leonardo Muratovic, ucciso a coltellate nella notte, dopo che l’uomo si era scagliato, sempre con un coltello, proprio davanti al commissariato, due buttafuori, 30 e 57 anni, che lavorano alla Bodeguita, il locale dove è scoppiata la rissa. I due, che sono stati trasportati in ospedale, erano stati convocati dalla polizia proprio nell’ambito dell’indagine sull’omicidio avviata dalla Procura di Velletri. Il padre di Leonardo ha agito nell’androne del commissariato, convinto che i due fossero in qualche modo responsabili della morte del ragazzo, per non aver gestito la rissa evitando conseguenze. Nessuno dei due accoltellati è in pericolo di vita: uno è stato ferito lievemente, il più grave è stato trasportato in ospedale e operato, ma anche le sue condizioni non desterebbero, al momento, preoccupazione. Uno dei due feriti, il 31enne C. C. all’arrivo in ospedale ha avuto tempo di postare una foto ancora sanguinante, su Facebook: «Sono stato accoltellato, se muoio vi voglio bene».

Leggi anche  Sparatoria a Pescara
CONDIVIDI

Scopri di più su podcast Art & Crimes

 

  • https://securestreams3.autopo.st:1369/stream
  • Radio Caffè Criminale ON AIR
  • on air