• Gio. Set 23rd, 2021

RADIO CAFFÈ CRIMINALE

"Criminalmente Bella"


Tempo di lettura 2 minuti

Se ne parla ad Art & Crimes

Luca Paolucci, archeologo che negli anni ha maturato una notevole esperienza nel forum Unesco, ci parlerà, attraverso la sua voce nel Podcast Art & Crimes, dei misteri nati intorno alla scoperta e al recupero dei due capolavori della statuaria classica, rinvenuti nel 1972 nei pressi di Riace Marina, i famosi Bronzi di Riace.

I guerrieri di bronzo

I Bronzi di Riace facevano parte di un gruppo di principi guerrieri partiti da Argo alla conquista della città di Tebe: erano almeno sette ed erano pure dotati di pesanti armature da oplita, per penetrare con forza all’interno della città.

Possibile aspetto originario di uno dei due bronzi

I misteri delle due statue di bronzo

Queste due statue, così preziose, fino dal momento della scoperta, sono state capaci di addensare intorno a loro, moltissime domande.

Cosa ci resta di loro? Quali ipotesi possiamo tracciare riguardo all’aspetto originario dei guerrieri? Forse non tutte le indagini sono state condotte con grande perizia? Forse molte parti di due capolavori classici sono state volutamente asportate? Qual’era il reale numero delle statue? 

Tante sono le domande a cui cercheremo di dare risposta all’interno del podcast.

uno dei momenti del ritrovamento

I misteri delle due statue di bronzo

Esiste il fondato sospetto che l’intero apparato di armi, se non addirittura altri guerrieri bronzei interi, siano stati recuperati in gran segreto, finendo rovinosamente e illecitamente in qualche “collezione” dei vari boss della malavita locale, oltre ad esser oggetto di compravendite illecite tra alcune entità museali d’oltreoceano.

Leggi anche  Il Relitto della nave oneraria di Santa Caterina di Nardò. La storia di una complicata e sofferta musealizzazione.

Riascolta gli episodi

Parte 1

Parte 2

Tutte le puntate di Art & Crimes

www.radiocaffecriminale.it/programmi/art-crimes/

 
Condividi