Furti in serie in passeggiata e in centro a Viareggio: in carcere un 35enne tunisino

Tempo di lettura < 1 minuto

Di Daniele Vanni

Già conosciuto alle forze dell’ordine è stato individuato grazie alle impronte digitali lasciate in uno dei colpi

Pubblicità

Ieri pomeriggio i carabinieri della compagnia di Viareggio hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura della custodia in carcere nei confronti di un 35enne di origini tunisine già noto alle forze dell’ordine.

La misura è stata emessa dal Gip del Tribunale di Lucca su richiesta del pubblico ministero che ha condiviso le risultanze investigative raccolte dai carabinieri della sezione operativa della compagnia di Viareggio, per il reato di furto aggravato con la recidiva reiterata, specifica ed infraquinquennale.

Le indagini dei militari dell’arma sono iniziate già da Febbraio a seguito di una serie di furti in diverse attività commerciali della passeggiata e del centro cittadino avvenuti durante l’arco notturno. In particolare, la notte del 24 febbraio scorso, era stato preso di mira per l’ennesima volta nel giro di pochi giorni il locale Giallo, in passeggiata, in cui un soggetto con volto travisato si era introdotto mediante forzatura della porta sul retro ed aveva asportato un tablet Apple Ipad ed il registratore di cassa contenente la somma di 250 euro circa oltre ovviamente ad aver arrecato diversi danni all’immobile.

Leggi anche  Lucca: morì schiacciato dal braccio di una gru che stava tagliando: assolto il titolare dell’azienda

I Carabinieri hanno rilevato alcune importanti impronte, che inviate al Ris hanno consentito di risalire all’identità del ladro, peraltro già responsabile di altri furti e rapine.

Da qui l’arresto del responsabile che ora si trova nel carcere di Massa.

CONDIVIDI
  • https://securestreams3.autopo.st:1369/stream
  • Radio Caffè Criminale ON AIR
  • on air