Terni, compie una rapina armato di accetta

Tempo di lettura 2 minuti

I genitori lo fanno arrestare perchè tossicodipendente

Un giovane di 25 anni è stato arrestato dopo una rapina a mano armata, compiuta in un negozio nei pressi di Terni. A consegnarlo alla Polizia sarebbero stati proprio i genitori, che agli agenti avevano raccontato di aver riconosciuto la bicicletta usata per la fuga.

Dopo una rapina a mano armata, compiuta in un negozio di Borgo Bovio per meno di 500 euro, i genitori del responsabile sono stati fondamentali nella conclusione delle indagini, per individuare e fermare l’autore del reato. Perché l’autore della rapina a mano armata, un giovane che si sarebbe presentato nel negozio di Borgo Bovio con in mano un’accetta, era il loro figlio. Che con l’arma ha minacciato le persone presenti all’interno dell’attività, per farsi consegnare l’incasso equivalente a poco meno di 500 euro.

Pubblicità

Il responsabile è poi fuggito a bordo della sua bicicletta, poi abbandonata in seguito ad una caduta sull’asfalto. Le pattuglie della polizia intervenute sul posto avevano raccolto le prime testimonianze dei presenti e visionato le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona, che però non erano state sufficienti a dare una svolta alle indagini. 

Leggi anche  Trentino, rapina con un taglierino la moglie, per giocare alle slot machine

A dare una mano alle forze dell’ordine, ci hanno pensato i genitori che, secondo quanto ricostruisce una nota della Questura, sulla stampa locale avevano notato e riconosciute le foto della bicicletta abbandonata dal rapinatore. Poco dopo, i familiari del ragazzo hanno chiamato le forze dell’ordine riferendo di aver riconosciuto la bici del figlio.

Il ragazzo, un 25enne incensurato, era però già noto alle forze dell’ordine, in quanto dipendente da sostanza stupefacenti. E la rapina sarebbe servita a procurarsi il denaro utile all’acquisto della droga. Le autorità hanno quindi concluso tutti gli accertamenti del caso e il ragazzo si trova ora chiuso in carcere.

Stando alle ultime informazioni su quanto avvenuto a Borgo Bovio, la famiglia del 25enne, che vive a Terni, aveva portato più volte il ragazzo in comunità di recupero. La famiglia del giovane avrebbe cercato di allontanarlo dalla dipendenza già tre volte prima della rapina.

CONDIVIDI
  • https://securestreams3.autopo.st:1369/stream
  • Radio Caffè Criminale ON AIR
  • on air