Ex compagna dell’attore, denuncia i figli di Alain Delon per tentato omicidio

Tempo di lettura 5 minuti

Anche i ricchi piangono. Una nuova querelle giudiziaria agita la vicenda dello stato di salute di Alain Delon. L’ex compagna dell’88enne attore, (lui stesso in un’intervista l’ha definita tale) Hiromi Rollin, ha denunciato i figli di Delon di tentato omicidio nei confronti del padre.

La donna infatti ha inviato ieri una lettera alla procura di Montargis, che sta indagando sulle condizioni di salute del divo, nella quale chiede di “svolgere indagini urgenti” su fatti che, secondo lei, somigliano a un “tentativo di omicidio premeditato” da parte dei figli dell’attore a danno del padre.

Pubblicità

Nella lettera, scritta dal suo avvocato Yassine Bouzrou e visionata da ‘Le Figaro’, la Rollin evidenzia il peggioramento delle condizioni di salute del grande attore con il quale ha vissuto per più di trent’anni nella proprietà di Douchy, de a cui è stata cacciata dai figli la scorsa estate. La donna sostiene che quando viveva ancora con Delon, affetto da un linfoma diffuso, le sue condizioni di salute fossero stabili, grazie alle cure dei medici svizzeri dell’attore. Dopo la sua ‘cacciata’ da Douchy, però, la Rollin sostiene che i figli non avrebbero portato il padre in Svizzera per il nuovo controllo previsto per il 28 Agosto scorso e che non avrebbero consultato il medico che aveva in cura Delon dal 30 Giugno dello scorso anno.

Secondo l’ex compagna dell’attore, questa decisione, cioè quella, a suo dire, di interrompere le cure, sarebbe testimoniata da uno scambio di messaggi tra i figli Anouchka, Anthony e Alain-Fabien in cui si dicono “consapevoli che le cure sono vitali” e che interromperle “accelererebbe la morte del padre”.

Alain Fabien Maurice Marcel Delon (Sceaux, 8 Novembre 1935) è un attore, regista e produttore cinematografico francese con cittadinanza svizzera, considerato uno dei più grandi sex symbol della storia e non solo cinematografica.

Per un “bello universale” quasi logico che ci siano state caterve di relazioni, vere, presunte, supposte, anche millantate. Ma è verosimile che moltissime siano rimaste nascoste e che lo rimangano per sempre.

Nel 1958, Delon ebbe una relazione con l’attrice Romy Schneider, l’eterna Sissi televisiva e figlia di quella Magda una delle pochissime amanti conosciute di Hitler, conosciuta sul set di L’amante pura. La relazione tra i due si concluse nel 1964. Inoltre, nel 1962, ha un flirt con la cantante Nico, ma Delon non ha mai riconosciuto la paternità del figlio, nato nel 1962, Christian Aaron Boulogne, il quale dopo i primi anni di vita vissuti con la madre Nico, venne adottato dalla madre di Delon.

Degno di rilievo è il rapporto di Delon con la cantante italofrancese Dalida, con cui negli anni sessanta ha avuto una passionale storia d’amore; in seguito i due resteranno ottimi amici e incideranno nei primi anni settanta il brano Paroles paroles. L’attore dirà di «avere amato terribilmente questa donna».

Il 13 Agosto 1964 Delon ha sposato l’attrice Nathalie Delon, dalla quale ha avuto il suo secondo figlio, Anthony Delon (nato nel 1964), anch’egli attore, che lo renderà nonno nel 1986 della modella Alyson Le Borges. I due divorziano nel 1968.

Nei due mesi precedenti al matrimonio Delon aveva intrapreso relazione con l’attrice Marisa Mell, una delle protagoniste della “dolce vita” romana, amante di Helmut Berger che, secondo alcune fonti, avrebbe lasciato il giorno prima del matrimonio con Nathalie.

Dal 1968 al 1983 ebbe una relazione con l’attrice Mireille Darc conosciuta durante le riprese di Addio Jeff. Durante gli ultimi anni di relazione con la Darc, Delon ha portato avanti alcuni flirt con le attrici Veronique Jannot, Sylvia Kristel, Sydne Rome e Dalila Di Lazzaro.

Successivamente l’attore è stato brevemente legato all’attrice Anne Parillaud, dal 1982 al 1984, e a Catherine Pironi.

Nel 1987, ha iniziato una relazione con la modella olandese Rosalie van Breemen dalla quale ha avuto due figli: Anouchka Delon (nata nel 1990) e Alain-Fabien Delon (nato nel 1994). Nel 2001 i due si sono lasciati.

Nel terzo millennio, Alain Delon ha trovato una nuova compagna: una donna giapponese di nome Hiromi Rollin, autrice della clamorosa denuncia.

È da ricordare però, che nel Luglio scorso, la casa di quella che prima era solo “la badante-assistente Hiromi Rollin” era stata perquisita, su denuncia proprio dei figli di Delon!

La famiglia dell’attore allora 87enne, accusava la donna di molestie morali, appropriazione indebita di corrispondenza e abuso di animali ed anche di impedire di andare a trovare il proprio padre: insomma nell’accusa si parlava di plagio, facendo intendere che qualcuno puntava alla cospicua eredità.

I gendarmi della sezione ricerche di Orléans, avevano avviato le verifiche nell’abitazione della Rollin a Suresnes ed ascoltato quella che ormai si prefigurava come l’ex assistente di cinema di Alain Delon.

La donna, che si presentava da quel momento come compagna dell’attore, ha sempre negato le accuse che i figli di Delon muovono contro di lei. A inizio Luglio il legale dei figli di Delon, Christophe Ayela, aveva affermato che “dall’incidente cardiovascolare di Alain Delon, risalente al 2019”, questa donna “che si è trasferita a casa sua, si mostra sempre più aggressiva, denigra e offende lui e i suoi figli”. Inoltre, “continua a isolare Delon dai suoi parenti, amici e dalla famiglia, usando manovre e minacce. Controlla sistematicamente le sue conversazioni telefoniche e i suoi messaggi privati. Risponde al posto suo, facendosi passare per lui, e tenta di intercettare la sua posta. Impedisce ai suoi figli di andarlo a trovare regolarmente, come peraltro hanno sempre fatto. Si mostra autoritaria, minacciosa, arrivando a maltrattare in modo inaccettabile il cane di Delon”.

La denuncia era stata presentata alla procura di Montargis, nel centro della Francia, dove l’attore possiede una proprietà a Duchy, da Anouchka, Alain-Fabien e Anthony Delon. Quest’ultimo ne ha presentato una seconda contro la stessa badante per “violenze e sequestro su persona vulnerabile”.

I rapporti sono sempre stati tesi tra Hiromi, 67 anni, e i figli dell’attore, che l’avrebbero vista male fin dal principio. Delon ha persino scritto una dichiarazione l’anno scorso in cui affermava di rifiutarsi di sposarla. Per l’avvocato di Hiromi c’è da temere “che vogliano assicurarsi che l’eredità del padre vada a loro integralmente e che nessuna liberalità intervenga a vantaggio di chi condivide la sua vita quotidiana”. In effetti per la stampa francese, dietro al braccio di ferro tra i figli della star del cinema francese e la Rollin si profila l’ombra dell’eredità di Delon, detentore di un cospicuo patrimonio.

Insomma Delon, soprannominato “Il Samurai” che sempre ha cercato donne giovanissime, sarebbe caduto di fronte a questa anziana giapponese, facendo ricordare, solo per certi versi e fatte le debite proporzioni, anche d’età, oltre il resto, l’amore così profondo di Lennon per Yoko Ono.

La compagna-badante si chiama Hiromi Rolin. Conobbe l’attore nel 2019, anno in cui rimase vittima di un ictus. Si propose subito come “assistente medica” ma sembra poi aver convinto Delon a non fare a meno di lei. Sta di fatto che Hiromi si piazzò armi e bagagli nella lussuosa villa di Douchy, una sorta di castello al centro di un parco acquistato dall’attore negli anni Settanta. Fino alla caciata da parte dei figli.

La verità vera forse non si saprà mai. Anche perché Alain Delon che si è definito per molto tempo un gollista e nazionalista, proprio come Brigitte Bardot, non ha mai autorizzato nessuna biografia sulla sua persona, nonostante nel tempo siano stati realizzati alcuni documentari inerenti al suo passato tormentato.

Anche i bellissimi, forse, sono soggiogati da certe donne.

Daniele Vanni

CONDIVIDI

L’ultimo episodio di Giallo Criminale

    • https://securestreams3.autopo.st:1369/stream
    • Radio Caffè Criminale ON AIR
    • on air