Donna denuncia stupro al pronto soccorso, poi si lancia dal quarto piano

Tempo di lettura < 1 minuto

Donna denuncia stupro al pronto soccorso, poi si toglie la vita a Milano
Vizzolo Predabissi (Milano), 30 maggio 2024 – Una tragica vicenda si è consumata all’ospedale di Vizzolo Predabissi, nel Milanese, dove una donna di 20 anni, dopo aver denunciato di essere stata violentata al pronto soccorso, si è tolta la vita lanciandosi dalla finestra del quarto piano.

Secondo la ricostruzione, la violenza sessuale sarebbe avvenuta nella notte tra il 27 e il 28 maggio mentre la donna era in attesa al pronto soccorso. Dopo l’accaduto, la giovane ha trovato il coraggio di denunciare l’abuso agli infermieri, che hanno immediatamente allertato le forze dell’ordine.

Pubblicità

Sull’episodio è stata aperta un’indagine e un uomo, incensurato e già ricoverato in ospedale per motivi di salute, è stato fermato dai carabinieri con l’accusa di violenza sessuale. L’uomo è stato interrogato dal gip e si trova ora in stato di fermo.

Leggi anche  Si toglie la vita in macchina sulle sponde del Massaciuccoli

La Procura di Lodi ha disposto l’autopsia sul corpo della donna per accertare con esattezza le cause del decesso e per raccogliere ulteriori elementi utili all’indagine.

Il tragico epilogo di questa vicenda ha sconvolto la comunità di Vizzolo Predabissi e acceso i riflettori sul tema della violenza contro le donne, con particolare riferimento alla fragilità e all’indifesa di chi si trova in un contesto di cura come un ospedale.

Le autorità sanitarie hanno espresso cordoglio per la morte della donna e si sono impegnate a fare luce sull’accaduto, garantendo la massima collaborazione alle forze dell’ordine per l’accertamento delle responsabilità.

Oltre all’indagine penale, è stata avviata anche una verifica interna per accertare eventuali negligenze o omissioni da parte del personale ospedaliero.

CONDIVIDI
  • https://securestreams3.autopo.st:1369/stream
  • Radio Caffè Criminale ON AIR
  • on air