Venezia, Colpisce ex moglie con una balestra, poi si uccide con la stessa arma

Tempo di lettura < 1 minuto

È davvero difficile utilizzare una balestra, arma medioevale, usata per tornei ed occasionalmente anche per la caccia di frodo (dato che non fa rumore), nello spazio ristretto di un’auto.

Ma un uomo, residente a Torre di Mosto (Venezia), ha tentato di uccidere l’ex moglie proprio utilizzando quest’arma, che doveva essere di dimensioni ridotte, ma letale, proprio dentro la sua auto ed è riuscito a ferirla gravemente. Convinto poi, di averla uccisa davvero, si è diretto quindi verso casa, e in garage, ha usato la stessa arma, per togliersi la vita.

Pubblicità

L’allarme è stato lanciato nel primo pomeriggio di oggi.

Leggi anche  Pensionata carbonizzata in auto. Indagato un giovane di 24 anni e i suoi genitori.

Secondo una prima ricostruzione delle forze dell’ordine, l’uomo avrebbe colpito la donna mentre si trovava all’interno della sua automobile nel centro cittadino, con una balestra regolarmente detenuta. La donna, soccorsa da un’autoambulanza è stata ricoverata, ma versa in condizioni gravi.

CONDIVIDI
  • https://securestreams3.autopo.st:1369/stream
  • Radio Caffè Criminale ON AIR
  • on air