Ottiene la fiducia al Senato il decreto giustizia

Tempo di lettura 2 minuti

Votata la fiducia con 158 voti a favore

Il decreto giustizia ottiene la fiducia dal Senato con 158 voti a favore e 133 contrari. E’ il passaggio decisivo per la conversione in legge del provvedimento, che ora sarà trasmesso alla Camera per l’approvazione definitiva.

Il testo, approvato dalla Camera il 21 settembre, contiene una serie di misure per la riforma del sistema giudiziario, tra cui la separazione delle carriere tra magistrati giudicanti e requirenti, il limite di due mandati per i capi degli uffici giudiziari e la riduzione del numero di giudici di sorveglianza.

Pubblicità

La fiducia è stata votata dopo un lungo dibattito, nel corso del quale si sono confrontate le posizioni delle diverse forze politiche. La maggioranza ha espresso il proprio sostegno al provvedimento, sottolineando la necessità di riforme per rendere più efficiente e veloce il sistema giudiziario. L’opposizione, invece, ha criticato il testo, ritenendolo insufficiente e in alcuni casi addirittura dannoso per l’autonomia della magistratura.

Il decreto giustizia è il primo provvedimento della riforma della giustizia promossa dal governo Draghi. Il prossimo passaggio sarà l’approvazione definitiva da parte della Camera, che dovrebbe avvenire entro il 15 ottobre.

Leggi anche  La modellizzazione matematica del processo - iscriviti al webinar

I voti a favore sono stati espressi da: Forza Italia (63), Lega (29), Movimento 5 Stelle (62), Italia Viva (13), Fratelli d’Italia (12), Autonomie (2), Gruppo misto (1). I voti contrari sono stati espressi da: Partito Democratico (122), Sinistra Italiana (3), Verdi (2), Gruppo misto (1).

In aula, durante la discussione della fiducia, si sono registrati diversi momenti di tensione. Il leader della Lega, Matteo Salvini, ha accusato il Pd di “bloccare la giustizia” e di “fare il gioco di Matteo Renzi”. Il leader del M5s, Giuseppe Conte, ha accusato la maggioranza di “non voler riformare la giustizia”. Il leader del Pd, Enrico Letta, ha replicato alle accuse, sostenendo che il suo partito è “favorevole alla riforma della giustizia”.

Il decreto giustizia è un provvedimento molto controverso, che ha suscitato forti polemiche da parte di tutte le forze politiche. La sua conversione in legge sarà quindi un passaggio molto importante, che definirà il futuro della riforma della giustizia italiana.

CONDIVIDI
  • https://securestreams3.autopo.st:1369/stream
  • Radio Caffè Criminale ON AIR
  • on air